Conferenze,News

SpazioAref | domenica 5 febbraio  2023 | ore 18

conferenza a cura di Massimo Migliorati e Mauro Montalbetti.

La conferenza è all’interno di L’ARTE E LA GUERRA. Rassegna di mostre e conferenza di controinformazione su questioni e nodi della storia dell’arte a cura dell’Aref.

Benjamin Britten sfidò la società inglese benpensante del dopoguerra, difendendo tutte le proprie scomode posizioni di socialista, pacifista e antimilitarista. L’attenzione, la poetica nelle opere del compositore inglese fu sempre focalizzata sui perdenti, sugli sconfitti dalla vita.
L’opera War Requiem è stata composta da Britten per ricordare i caduti della seconda guerra mondiale, in occasione della ricostruzione di una cattedrale a Coventry completamente distrutta durante il conflitto.  Alla sequenza del Requiem sacro ha alternato i versi del poeta Wilfred Owen, morto nel 1918 durante la prima guerra mondiale, considerato uno dei più importanti poeti inglesi.

ingresso libero con prenotazione obbligatoria

per informazioni e prenotazioni
e-mail: info@aref-brescia.it
telefono: 030.3752369 – 333.3499545

Conferenze,News

 

SpazioAref | domenica 29 gennaio 2023 | ore 18

La conferenza è all’interno di L’ARTE E LA GUERRA. Rassegna di mostre e conferenza di controinformazione su questioni e nodi della storia dell’arte a cura dell’Aref.
In una società divisa in classi l’arte è un terreno specifico e fondamentale nella lotta ideologica e politica contro il sistema capitalistico. C’è un filo rosso che lega oggettivamente le svariate forme e i periodi dell’arte anticapitalista e antimperialista, che parte dagli inizi dell’800 ad oggi, un filo sottaciuto dalla storia dell’arte ufficiale

ingresso libero con prenotazione obbligatoria

per informazioni e prenotazioni
e-mail: info@aref-brescia.it
telefono: 030.3752369 – 333.3499545

Mostre,News

Il video presenta la figura del pittore Mario Bettinelli (1880-1953) ed è stato realizzato per la mostra Mario Bettinelli. Il sorriso del pittore all’Aref fino al 19 febbraio 2023.

Domenica 22 gennaio 2023 | ore 18.00
Mario Bettinelli, ovvero il dipingere per intuito naturale.
durata: 8′

Il video sarà visibile cliccando il link corrispondente, 
a partire dall’orario indicato.

Rimarrà disponibile fino al 19 febbraio 2023.


BUONA VISIONE!

Mostre,News

Sabato 21 gennaio alle ore 18.00 presso la Galleria di SpazioAref si inaugura la mostra Mario Bettinelli. Il sorriso del pittore a cura di Silvia Bianchera Bettinelli e dell’Aref.

L’esposizione rimarrà aperta ad ingresso libero fino al 19 febbraio 2023, dal giovedì alla domenica dalle 16 alle 19.30.

L’iniziativa è realizzata con il sostegno dell’Associazione MALALA di Treviglio.

La mostra presenta 14 maschere caricaturali che Mario Bettinelli ha dedicato ad alcuni tra i più importanti esponenti del mondo artistico e culturale dei primi decenni del ‘900.

 

Mostre,News,Osservatorio sul patrimonio artistico e culturale

Durante le festività resteremo chiusi solo i giorni :
24, 25 e 31 dicembre 2022 e 1 gennaio 2023.

I restanti giorni, da giovedì a domenica,
vi aspettiamo con il consueto orario dalle 16 alle 19,30.

Nel frattempo vi ricordiamo che sono sempre visibili i nostri episodi della serie “Osservatorio sul Patrimonio artistico e culturale”

Conferenze,News

SpazioAref | sabato 10 dicembre 2022 | ore 18

relatore Francesco Germinario, storico, ricercatore presso la Fondazione “Luigi Micheletti” di Brescia, redattore di riviste di storia contemporanea, membro del Comitato scientifico della Casa della Memoria di Brescia.

coordina l’Aref

 

informazioni e prenotazioni obbligatoria 
e-mail: info@aref-brescia.it
telefono: 030.3752369 – 333.3499545

News,Ventennale

Domenica sera 27 novembre è scomparsa, all’età di 105 anni, Miretta Rizzi Miari, figlia del pittore Emilio Rizzi e socia fondatrice dell’Aref, di cui è stata a lungo vice presidentessa.

Docente di filosofia nelle scuole medie superiori, pittrice, Miretta ha per anni celebrato la figura del padre Emilio con mostre prestigiose, come quelle di Cremona nel 1973 a Palazzo Trecchi con Mario Monteverdi, nel 1976 alla Permanente di Milano con Rossana Bossaglia e nel 1981 all’Associazione artisti bresciani con Elvira Cassa Salvi. Il suo costante mecenatismo culturale, che si è espresso con donazioni d’opere del padre alla Pinacoteca Tosio Martinengo di Brescia, alla Galleria d’arte moderna “Ricci Oddi” di Piacenza e al Museo civico “Ala Ponzone” di Cremona, ha trovato il suo apice con la decisione di promuovere la creazione dell’Associazione artistica e culturale Gio Batta Ferrari ed Emilio Rizzi nel 2001, donando numerose opere e i locali dell’attuale Spazio Aref in piazza Loggia, come lo studio dell’artista che ha custodito con cura dal 1952, anno della morte di Emilio.
Come spesso amava dire con la sua consueta ironia, “si custodiscono e si donano le cose per soddisfare il proprio ego, l’ambizione di non essere dimenticati”; è probabile che il filantropismo di Miretta avesse anche queste componenti, ma di certo ha generato molte opportunità atte a promuovere l’arte e la cultura.
A lei vada il perenne ringraziamento da tutti noi, suoi collaboratori.

In ricordo di Miretta Rizzi Miari, l’Aref ripropone un documento video che ripercorre la storia di una figlia che per anni ha celebrato la figura del padre.

error: Contenuto protetto !!